Durante le mie serate di formazione talvolta capita che un genitore, a fine serata, mi prenda in disparte e mi rivolga questa domanda:

A mio figlio i nonni/zii/amici hanno regalato uno smartphone! Mi puoi dare qualche suggerimento per insegnargli ad utilizzarlo “bene”?

A volte scegliamo noi di regalare questo potente strumento ai nostri figli altre volte invece è un regalo che arriva all’improvviso, da parte di nonni, zii e amici e ci possiamo sentire “impreparati” nel gestire questo cambiamento in famiglia.

Quali sono le prime cose da fare per utilizzare al meglio questo strumento in relazione con nostro figlio?

A mio avviso ci sono quattro importanti punti da tenere sempre a mente per creare fin da subito un patto collaborativo funzionale in famiglia rispetto all’uso dei media (smartphone, ma anche televisione, videogiochi, etc), spesso potenziali fonti di conflitto.

In primo luogo, costruite fin da subito assieme ai vostri figli un programma familiare di utilizzo di questi strumenti. I media possono essere un’opportunità di condivisione dei valori familiari se utilizzati in modo accurato e appropriato. Sono strumenti che possono migliorare la vita quotidiana ma, se usati in modo inappropriato o senza consapevolezza, possono prendere il sopravvento rispetto a molte attività importanti come l’interazione “faccia a faccia”, il gioco all’aperto, l’esercizio fisico e il sonno. Decidete assieme quante ore alla settimana i vostri ragazzi possono utilizzare i media, in che fasce orarie e con quali applicazioni. Maggiore sarà la affidabilità che dimostreranno e maggiore sarà l’autonomia con la quale potranno gestire la loro autonomia digitale.

In secondo luogo, le famiglie che giocano insieme, imparano insieme. La partecipazione della famiglia è ottima anche per le attività dei media: incoraggia le interazioni sociali, il legame e l’apprendimento. Giocate ad un videogioco con i vostri bambini. Potrebbe essere un’occasione di confronto sul tema del fairplay anche nei videogiochi. Inoltre, mentre giochiamo possiamo chiacchierare con nostro figlio. Dimostreremo di essere realmente interessati ad una sua passione e questo creerà un momento di autentica condivisione. Abbiate cura di questi preziosi momenti!

Poi, create delle zone e degli orari Digital Detox – ovvero senza alcuna tecnologia.
Per esempio: l’orario dei pasti o nelle occasioni in cui si riunisce tutta la famiglia, il momento del divano o quando siamo dai nonni.
Spegniamo i televisori che non stiamo guardando, ricarichiamo i dispositivi durante la notte, fuori dalla camera da letto del bambino per evitare la tentazione di usarli quando dovrebbero dormire. Piccole accortezze che potranno essere un’importante occasione di confronto educativo in famiglia.
Inoltre, queste buone pratiche promuovono più tempo di qualità per la famiglia, abitudini alimentari più sane ed un sonno migliore: tutti elementi fondamentali per crescere in un corretto equilibrio tra “digitale & reale”.

Infine, siate un buon esempio. Insegnate e DIMOSTRATE la gentilezza e le buone maniere online. Poiché i bambini sono ottimi “imitatori”. Se quando giocate con i videogiochi vi arrabbiate vistosamente probabilmente lo faranno anche loro. Se avete sempre a portata di mano lo smartphone lo vorranno avere anche loro. Limitate il vostro uso dei media. Sarete più disponibili e connessi con i vostri figli se interagirete direttamente con loro piuttosto che essere distratti da uno schermo.

Queste quattro indicazioni sono secondo me la base per costruire solida fondamenta educative sul tema Mondo Digitale & Educazione in famiglia. Ovviamente ci sono molti altri suggerimenti che possono essere utili ma questi saranno materiale per i prossimi articoli!

 

 

Alcuni libri molto utili sul tema regole, nuove tecnologie e buone abitudini:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *